Categorie


Iscriviti Cancellati
Carlo Cambi
Web Site

Enogastronomia

Collana Le grandi aziende vitivinicole d'Italia

« Torna Indietro

Le Marche... l'orto del vino

Andrea Zanfi (testi), Giò Martorana (fotografie)
Lingue:
Isbn: 88-88482-53-9
Formato: 30x30
Pagine: 324
Anno di pubblicazione: 2006
Disponibilità: disponibile
Prezzo: € 70,00
Offerta web: € 59,50 [sconto 15%]
Lingua del libro:
Aggiungi al carrello
Descrizione
Andrea Zanfi da diversi anni sta tracciando un profilo non solo della migliore produzione enologica della nostra penisola, ma anche di quei vignaioli che, con le loro scelte aziendali, hanno saputo porsi all’attenzione del mercato nazionale e internazionale.

Con questo volume, una nuova perla si va ad aggiungere al prestigioso “filo” della collana editoriale della Carlo Cambi Editore, “I grandi vini d'Italia”, che sempre più sta riscuotendo plausi e consensi a livello di pubblico e di critica, riuscendo a coniugare l’immagine del mondo vitivinicolo italiano di questo inizio secolo, con gli aspetti paesaggistici e ambientali che caratterizzano e differenziano ogni singola area produttiva.

In Le Marche... l’orto del vino sono racchiuse 58 aziende e i relativi proprietari sono raccontati, nello stile che ormai caratterizza l’autore, attraverso pennellate narrative che abbracciano gli aspetti che in qualche modo hanno caratterizzato la loro vita e il rapporto che li lega al territorio che li circonda. Un percorso che ha portato l’autore a vivere un'esperienza umana e sensoriale unica, arrivando a scoprire che le Marche, regione emergente nel panorama vitivinicolo nazionale, si aprivano poco per volta a grandi sorprese che affioravano man mano che il viaggio si prolungava nel tempo, soprattutto durante le tante degustazioni effettuate in quelle decine e decine di aziende visitate (oltre 70), o nelle lunghe chiacchierate con i tanti contadini, imprenditori e vignerons. Un viaggio svolto in compagnia dell’amico fidato Giò Martorana, le cui fotografie sono ancora una volta il degno corollario a questo lavoro editoriale.

I momenti piacevoli e quelli di forte contrasto vissuti dall’autore sul territorio lo hanno indotto a fare delle riflessioni, constatando quanto sia reale e concreta la motivazione che ha spinto a caratterizzare la regione Marche con il plurale e quanto esistano su questa regione parallelismi che, viaggiando lungo gli assi dei fiumi che dagli Appennini scendono all’Adriatico, dividono gli abitanti delle varie province in modo netto e preciso, quasi senza opportunità d’incontro. Uno spunto e un’idea per poter aiutare la comprensione di un territorio complesso e variegato che può proporsi anche sotto una luce molto diversa; così hanno fatto i produttori che, abbandonando la loro innata riservatezza, hanno saputo aprirsi raccontando splendide storie.

Il libro si presta a due distinte letture: da una parte scoprirete i ritratti dei vignaioli, descritti e interpretati con metodologia inusuale e originale, con tocchi personali di grande vivacità e verità, dall’altra vi sarà possibile studiare tecnicamente il vino, avendo informazioni complete sulla produzione, le fasi di vinificazione, le migliori annate e molto altro...

Un libro da leggere, da consultare e da gustare con gli occhi; un tassello importante che consente a tutti, appassionati e professionisti del mondo del vino, di avere una fotografia dettagliata del movimento enologico marchigiano.

Buona lettura.

 

 

Recensioni
Hanno percorso undicimila chilometri su e giù per le vallate marchigiane, lo scrittore Andrea Zanfi e il fotografo Giò Martorana. Un lungo viaggio, un tiepido soggiorno di primavera inoltrata, durato oltre due mesi nella terra di Giacomo Leopardi e Giovan Battista Pergolesi, alla ricerca di vignaioli da intervistare, panorami da fermare in un'immagine, ma soprattutto alla ricerca della vera identità presente e futura della produzione enologica marchigiana. Il risultato di questa ricerca itinerante è il libro "Le Marche... l'orto del vino", quinta opera pubblicata dallo scrittore maremmano in collaborazione con l'editore Carlo Cambi di Poggibonsi, www.carlocambieditore.it. Una sessantina di racconti di vignaioli, scritti in prima persona, esattamente come Andrea Zanfi ha fatto per i precedenti libri sui Supertuscans, sul Friuli...  continua sul sito ... 

http://www.cronistadelvino.it/pagina.asp?menu=8&pag=172 
Le Marche… l’orto del vino



Prosegue, con Le Marche… l’orto del vino (325 pagine 70 euro) il viaggio a puntate compiuto dal giornalista toscano Andrea Zanfi per Carlo Cambi editore a Poggibonsi (www.carlocambieditore.it info@carlocambieditore.it tel. 0577 936580) nel mondo del vino italiano. Dopo i Super Tuscan, la Sicilia, il Friuli, il Piemonte, e’ ora la volta, come dice chiaramente il titolo, della terra del Verdicchio (dei Castelli di Jesi e di Matelica), del Rosso Conero, del Rosso Piceno, oltre che di vini meno conosciuti come il Bianchello del Metauro ed il Lacrima di Morro d’Alba, raccontato attraverso le immagini (ancora piu’ suggestive in un libro a grande formato come questo) di un fotografo ispirato come Gio’ Martorana ed i ritratti di una ser ie di vignaioli marchigiani indotti a “raccontarsi”, a testimoniare la loro passione per il vino dall’incontro avuto con l’autore. Nella sessantina di capitoli dedicati ai protagonisti del vino marchigiano e dove ogni produttore dispone di quattro pagine, comprensive di una foto a tutta pagina e della scheda di presentazione del vino ritenuto piu’ rappresentativo per l’azienda, troviamo nomi noti e meno noti del panorama vinicolo della terra di Giacomo Leopardi. Troviamo cantine storiche e di grandi dimensioni come la Fazi Battaglia, e poi Umani Ronchi, Garofoli, agguerrite cantine sociali come la Colonnara, Terre Cortesi Moncaro, Belisario, ma soprattutto quella serie di piccoli vignaioli, gli Ampelio Bucci, i Sartarelli, i Canestrari della Fattoria Coroncino, i Bonci, i Mancinelli e poi la Fattoria Le Terrazze, Moroder, Zaccagnini, Velenosi, e molti altri ancora che costituiscono il tessuto connettivo, l’anima di questa regione celebrata per i suoi vini bianchi, sino nimo di vini da pesce, ma che negli ultimi anni si sta facendo sempre piu’ apprezzare per rossi importanti e di grande impegno. Un libro interessante insomma, un’utile guida alla conoscenza di questa magnifica regione splendida meta di un turismo a molte dimensioni, dove cucina, vino, arte, cultura, storia, ed un paesaggio sempre emozionante, invogliano a tornare, a gustare un’accoglienza davvero a misura d’uomo.
In quanti modi si può leggere un paese? Certamente molti. Eppure si ha sempre la sensazione che manchi qualcosa. Che nel raccontare l’Italia, siano sempre necessari punti di vista nuovi e diversi. Sicuramente il nostro paese rifugge ancora da una visione onnicomprensiva e appiattita, per fortuna. Lo scopriamo se siamo attenti, se abbiamo la voglia e la curiosità di allontanarci dalle strade più battute, non solo in senso reale, concreto e geografico, ma anche metaforico. Se abbiamo voglia di inforcare lenti diverse. Se crediamo che un punto di vista parziale possa aprire squarci verso il generale. Allora perché non il vino? Perché non usare il vino e soprattutto quello che c’è dietro, ovvero in primo luogo il paesaggio e gli uomini e le donne che lo producono, per raccontare il nostro paese? 

Vedi la recenzione completa direttamente dal sito traspi.net  >>
© 2012 Carlo Cambi Editore
Tel. Redazione 0577 936580 - Fax 0577 974147 - Tel. Amministrazione 0577 936134 - Fax 0577 936390
E-mail: info@carlocambieditore.it - CCIAA N. 11400000 DI SIENA CAP.SOC. € 50.000,00 INT.VERS. - P.IVA 04505334529
Privacy Policy CREDITS